I pensieri della formica


Storytelling: come sedurre il cervello

Scritto il 19 aprile 2017

Cena degli auguri di Natale di un'azienda informatica con cui ho collaborato. Amministratore delegato, impiegati, direttori, ingegneri, commerciali, tecnici: ci sono tutti. Sono quelli che durante l’anno lavorano alla stessa impresa, spesso senza conoscersi, senza sapere che faccia c’è dietro a una mail o quali mani hanno dato forma al prodotto di punta. Ma alla cena di Natale, poco importa: un giro di aperitivo e l’atmosfera si disten...

Continua


Le parole per le immagini: scrivere un video

Scritto il 16 aprile 2017

Prendete un video (che non c’è) e scrivetelo! Non intendo un video sulla vostra passione sportiva o sul vostro hobby preferito: intendo un video che vi hanno commissionato altri, per lavoro. Penserete che sia un “gioco da ragazzi”, oppure “una roba da matti”. E in entrambi i casi, davanti al foglio bianco vi inchioderete senza sapere da dove iniziare. A me è successo così. L’ingaggio arriva dal Comune di Cremona che vuole ...

Continua


You never have a second chance

Scritto il 7 aprile 2015

to make the first impression... Non c'è una seconda possibilità per fare una buona prima impressione. Ma quando ci troviamo a parlare davanti a una platea, capita che la voce ci abbandoni. Quante canzoni (più o meno intonati) riuscite a cantare di seguito? E per quanto tempo riuscite a parlare senza interruzioni? Una canzone riusciamo a cantarla tutti, così come tutti possiamo parlare. Molti meno, invece, riescono a cantare più canzoni ...

Continua


PA e web2.0: i buoni e i cattivi

Scritto il 10 marzo 2014

Era impensabile 30 anni fa, auspicabile 25 e legge 15. Solo oggi è davvero realtà: la Pubblica amministrazione non solo si fa "trasparente", chiara e accessibile, ma si apre al dialogo con i suoi cittadini, li coinvolge, li cerca, li invita partecipare. O almeno ci prova, con risultati a volte buoni, a volte ancora migliorabili. Come tiene il passo la PA nel mondo del Web 2.0? Sono tre i principali modi in cui la PA oggi si pone nei ...

Continua


Le capriole degli occhi che leggono

Scritto il 18 ottobre 2013

Avete un testo (su carta o questo articolo, per esempio) e cominciate a leggere. Come lo fate? Date un’occhiata a quanto è lungo? Guardate le parole in grassetto e poi cominciate da capo? Ne saltate qualcuna o vi sembra di leggerle una per una? Anche se vi sembrerà di scorrere il testo in modo fluido, non c' è nulla di fluido e regolare nel percorso che gli occhi seguono tra le parole. Come camaleonti sulla pagina scritta Uno studio ...

Continua